Mikao Usui e la leggenda sul Reiki

Secondo quanto conosciamo in occidente, Mikao Usui è stato una sorta di monaco laico nato in Giappone nella seconda metà del XIX secolo che ad un certo punto della sua vita ha iniziato un profondo viaggio interiore che lo ha portato in giro per il mondo fino alla scoperta del  Segreto della Guarigione, che ha chiamato Reiki. Ma si tratta solo di  una leggenda? A quanto pare no poiché alcune informazioni sono documentabili. Vediamo quindi qualche notizia su Mikao Usui e la leggenda sul Reiki.

La leggenda sul Reiki e la vita di Mikao Usui

Mikao Usui nasce il 15 Agosto 1865 nella provincia di Kyoto in Giappone da una famiglia che osservava il buddhismo Tendai, così anche lui presto viene introdotto  in un monastero Tendai dove  si dedica alle arti marziali; fra le sue amicizie pare ci fossero  Morihei Ueshiba, fondatore dell’Aikido, Gichin Funakoshi, padre del Karate, e Jigoro Kano, fondatore del Judo.

Durante la sua vita è stato anche un abile uomo d’affari e alle dipendenze del  politico Shinpei Goto ha viaggiato in lungo e in largo  acquisendo un notevole bagaglio culturale. Sposato a 30 anni con Sadako Suzuki, da cui ha avuto  un figlio, Fuji e una figlia, Toshiko, Mikao ha dedicato la sua vita all’apprendimento e allo studio finché, e qui la realtà si fonde con la leggenda, ha scoperto il Reiki.

Diventato monaco laico tendai nel 1914, pare si sia imbattuto, durante le sue continue ricerche, in un antico rotolo contenente dei sutra, risalente a 2.500 anni prima i quali  descrivevano la guarigione tramite l’imposizione delle mani e la trasmissione di energia. Tanto basta per destare la sua curiosità; un’altra leggenda lo vede invece cercare, dopo la domanda di un alunno, degli approfondimenti sui metodi di guarigione di Gesù.

Vuoi Risolvere un Problema Personale?

Chiedi un Consulto a Saraph su Whatsapp!

Se qualcosa ti preoccupa o semplicemente vorresti sapere come sarà il tuo futuro sentimentale, lavorativo, familiare, etc contatta ADESSO Saraph (anche su Whatsapp). Non potrai credere quanto sarà semplice avere risposte concrete!

i tarocchi di saraph consulto numero

In ogni caso entrambe le versioni lo vedono dirigersi sul monte Kurama per un ritiro spirituale; qui rimane 21 giorni in meditazione e digiuno finché l’ultimo giorno ha una visione, una moltitudine di luci che lo avvolgono e lo colpiscono,  e percepisce dentro di sé la presenza di un’Energia Universale da poter trasmettere agli altri. Questa è la nascita del Reiki di Mikao Usui, questa è la leggenda sul Reiki.

Le guarigioni grazie al Reiki

Sempre la leggenda vuole che la prima guarigione l’abbia effettuata su se stesso; feritosi al piede durante la discesa dalla montagna, vi appoggiò sopra la sua mano facendo cessare  lo scorrere del sangue ed il dolore. In seguito si reca in una locanda ed ordina un lauto pasto che  l’oste sconsiglia  dopo il suo lungo digiuno. Ma Mikao mangia abbondantemente senza nessuna conseguenza;  questo è considerato come il secondo miracolo. Il terzo miracolo riguarda la nipotina dell’oste, che egli guarisce da un forte mal di denti con l’imposizione delle sue mani.

Vive 7 anni nei bassifondi di Kyoto guarendo la povera gente finché, accortosi che nessuno cerca un miglioramento anche nella propria vita, preferendo continuare a mendicare,  riconosce che ha dimenticato di  insegnare loro la riconoscenza. Così, nei giorni successivi, Mikao fissa i principi di vita del Reiki:

Solo per oggi

    1.  Non ti arrabbiare
    2.  Non ti preoccupare
    3.  Sii Grato
    4.  Svolgi il tuo lavoro con dedizione
    5.  Sii gentile con tutte le persone

Si dice che girasse con in mano una fiaccola e a chi gliene  domandava il significato egli rispondesse di essere alla ricerca di uomini in cerca della vera luce.

L’eredità di Mikao Usui

Nel 1922 inaugura una clinica a Harajuku, Aoyama, Tokyo e fonda l’Usui Reiki Ryoho Gakkai, Organizzazione del Metodo Reiki di Usui, per la diffusione della disciplina nel mondo, anche se alcuni affermano sia stato fatto post mortem da alcuni suoi allievi. Nel corso della sua vita Usui ha trasmesso, fino alla sua morte nel 1926, i suoi insegnamenti ad oltre duemila persone e iniziato  17 Maestri.

Il suo successore diretto è stato uno dei suoi più stretti collaboratori,  Chujiro Hayashi, che diventa il secondo grande Maestro del Reiki nella linea della tradizione.
A lui successe Hawyo Takata;  nata nel 1900 alle Hawai da genitori giapponesi e con cittadinanza americana, molto ammalata si reca in  Giappone per  sottoporsi ad un intervento chirurgico  quando,  già stesa sul tavolo operatorio, ode una voce dirle che l’operazione non è necessaria.

Chiede così al suo medico se esistono altri metodi di guarigione e viene condotta nella clinica di Reiki di Hayashi. Da quel giorno è sottoposta quotidianamente da due esperti praticanti il Reiki a trattamenti quotidiani finché dopo alcuni mesi la sua salute è nuovamente ristabilita.

Vuoi Risolvere un Problema Personale?

Chiedi un Consulto a Saraph su Whatsapp!

Se qualcosa ti preoccupa o semplicemente vorresti sapere come sarà il tuo futuro sentimentale, lavorativo, familiare, etc contatta ADESSO Saraph (anche su Whatsapp). Non potrai credere quanto sarà semplice avere risposte concrete!

i tarocchi di saraph consulto numero

Hawayo Takata diventò allieva di Hayashi e restò presso di lui per un anno, prima di far ritorno alle Hawai dove,  nel corso di una visita di Hayashi, diventò maestra di Reiki, e quando nel 1941 questi morì ella gli succedette come Grande Maestra del Reiki, diventandone la terza nella linea di tradizione. Muore  l’11 dicembre 1980 lasciando  22 altri Master di Reiki soprattutto in America, per questo è considerata la diretta responsabile della diffusione del Reiki in occidente.

Reiki originario e Reiki occidentale

 Di fatto il Reiki Usui, questo  il nome del Reiki originario, si trova ad avere, grazie a Hawayo Takata, due tipi di insegnamento  divulgati nel mondo che differiscono sostanzialmente in tre parti. Nella scuola giapponese abbiamo una sola cerimonia di iniziazione per il nuovo Reikologo, chiamata armonizzazione; in quella americana ne abbiamo quattro. Sempre nella scuola tradizionale il neofita consegue i simboli Reiki, utilizzati per il potenziamento dell’ energia, solo dopo aver superato il secondo livello di tre, mentre nella scuola americana viene conferito il primo simbolo fin dal primo livello.

Infine, l’ultima differenza sta proprio sull’imposizione delle mani per la guarigione. Mentre nella scuola giapponese le mani si spostano in base alla percezione personale dell’operatore Reiki, seguendo il calore percepito e i tempi che egli ritiene più opportuni, in quella americana il metodo utilizzato prevede lo spostamento delle mani e il cambio di posizione ogni 3 minuti,  ignorando di fatto  la percezione del Reikologo.

L’operatore Reikologo in sintesi non è altro che un canale di trasmissione che utilizza mani, piedi, gomiti o ginocchia per veicolare l’energia dell’ambiente che riceve dall’aura  posta sui corpi   convogliandola sugli altri esseri viventi, o sul proprio corpo.

Il Reiki è pura energia che permette di ritrovare l’equilibrio e il benessere psicofisico. È l’unione armonica tra corpo e mente, è un potente strumento di  Guarigione Spirituale.

About Saraph

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

× Consulto su Whatsapp!