Che cos’è il Reiki ?

Forse passando davanti ad un centro massaggi hai letto tra i vari trattamenti disponibili la parola Reiki e ti sei sicuramente chiesto Ma che cos’è il Reiki?

La parola Reiki deriva dalla lingua Giapponese ed è composta dalle  due sillabe Rei e Ki.

La prima delle due sillabe, Rei, indica qualcosa di sacro, di superiore e rappresenta l’energia Divina e miracolosa che permea tutte le cose;  la stessa Energia che nel Big Bang ha generato il Ki ovvero l’energia materiale,  l’energia dell’universo manifesto.

Il Ki invece significa atmosfera, qualcosa di intangibile ma che alcuni mistici sentono scorrere dentro di sé. Infatti la scienza ci insegna ormai da diversi anni che ogni cosa è energia e che ogni cosa è viva proprio perché possiede energia. In Giappone è conosciuta come Ki, mentre in Cina viene chiamato Chi, come per i cattolici è lo Spirito Santo.

Il Reiki è nato per il benessere psicofisico dell’essere umano, ma come sanno gli addetti ai lavori si possono trattare con l’energia del Reiki sia animali che piante. Esso non è né una religione né una pratica religiosa, né tanto meno una strana forma di magia;  non è un’ideologia filosofica e  soprattutto non è in nessun caso un sostituto della medicina ufficiale.

Vuoi Risolvere un Problema Personale?

Chiedi un Consulto a Saraph su Whatsapp!

Se qualcosa ti preoccupa o semplicemente vorresti sapere come sarà il tuo futuro sentimentale, lavorativo, familiare, etc contatta ADESSO Saraph (anche su Whatsapp). Non potrai credere quanto sarà semplice avere risposte concrete!

i tarocchi di saraph consulto numero

Il Reiki serve a  ripristinare la connessione energetica tra l’energia individuale di ogni essere umano e quella dell’Universo.

Il Reiki e la leggenda di Mikao Usui

Mikao Usui, nato nel 1865, era insegnante in una scuola cristiana a Kyoto, in Giappone. Alcuni dei suoi allievi un giorno gli chiesero come mai non fosse mai stato fatto alcun approfondimento sui metodi  con i quali Gesù Cristo aveva compiuto le sue guarigioni e se lui sarebbe stato in grado di mostrare loro qualcosa di simile. Non riuscendo a fornire  una risposta adeguata, Mikao decise di abbandonare la scuola per studiare il cristianesimo in un Paese cristiano e trovare così le risposte al quesito degli alunni.

La sua prima tappa fu l’ America, dove studiò all’università di Chicago ma, nonostante il Dottorato in Teologia, non trovava ancora  una risposta soddisfacente in nessuna delle scritture che studiò, né quelle cristiane né tantomeno  quelle cinesi.

Decise quindi di proseguire nella sua ricerca e giunse nel nord dell’India dove ne studiò i testi sacri; Usui infatti oltre al giapponese, all’inglese e al cinese conosceva anche l’antico sanscrito.
Tornato in Giappone scoprì un giorno nei Sutra Buddhisti, scritti oltre 2500 anni prima in sanscrito, alcune formule e simboli, che sembravano contenere chiaramente la risposta alla sua domanda.

Il giorno successivo si mise in cammino per raggiungere la sacra montagna Kurama, a 27 km dal monastero in cui alloggiava. Era sua intenzione meditare e digiunare per 21 giorni in solitudine per riuscire a stabilire un contatto con il livello dei simboli  e testarne la veridicità.

Usui e la nascita del Reiki

Per tenere conto dei giorni che passavano usò 21 piccoli sassolini sottraendone uno al giorno ma giunto al 21esimo, sul fare dell’alba vide una luce improvvisa muoversi rapidamente su di lui fino a centrarlo  nella fronte. Temé di morire e gli apparvero una miriade di piccole bollicine di tutti i colori dell’arcobaleno, tra cui spiccavano  particolarmente blu, lavanda e rosa, dopodiché, in una splendente  luce bianca vide alcuni dei simboli trovati nei Sutra  in oro lucente e gli fu tutto chiaro.
Da allora iniziò a utilizzare il Reiki per guarire sia il corpo che la mente. Ma quindi,  che cos’è il Reiki?

Cos’è il Reiki secondo Mikao

Mikao ha espresso, durante un’intervista su un giornale giapponese dell’epoca, il suo pensiero sul Reiki.

Alla domanda: “Quali malattie possono essere guarite con l’aiuto dell’Usui Reiki Ryoho?” egli ha risposto “Qualsiasi malattia causata da fattori fisici o psichici può essere guarita con il Reiki”. E a quella: “Il Reiki guarisce solo malattie?” ha spiegato:

Vuoi Risolvere un Problema Personale?

Chiedi un Consulto a Saraph su Whatsapp!

Se qualcosa ti preoccupa o semplicemente vorresti sapere come sarà il tuo futuro sentimentale, lavorativo, familiare, etc contatta ADESSO Saraph (anche su Whatsapp). Non potrai credere quanto sarà semplice avere risposte concrete!

i tarocchi di saraph consulto numero

“No, non solo malattie di tipo fisico. Può guarire anche cattive abitudini, disordini psicologici come dipendenza, insicurezza, ansia, nervosismo, difficoltà di prendere decisioni. Con Reiki diventiamo simili a Dio o al Buddha e realizziamo lo scopo di guarire i nostri fratelli esseri umani. E’ così che possiamo rendere felici noi stessi e gli altri”.

I 5 principi Reiki

I principi del Reiki sono più uno stile di vita che dei rigidi comandamenti.  Secondo una versione trasmessa da uno dei grandi Maestri della disciplina, Hawajo Takata, terzo maestro Reiki conosciuto nella successione di Usui e  ritenuta la fautrice della salvaguardia e corretta diffusione del suo metodo, questi sarebbero nati dopo una meditazione di Mikao Usui.

Si ritiene in realtà che egli li produsse basandosi sul paragrafo iniziale del libro Kenzen no Genri, ovvero  Teoria della Salute scritto nel 1914 da Suzuki Bizan. Il titolo del paragrafo in questione è  Un Sentiero per il Suono, e recita: “Solo per oggi non essere arrabbiato, non essere impaurito, con onestà, esegui diligentemente il tuo dovere, sii compassionevole con gli altri uomini”.

I principi diventano dunque:

Solo per oggi

  1. -Kyo dakeva ikaruna = Non ti arrabbiare
  2. -Shimpai suna = Non ti preoccupare
  3. -Kansha shite = Sii Grato
  4. -Gyo wo hageme = Svolgi il tuo lavoro con dedizione
  5. – Hito ni shinsetsu ni = Sii gentile con tutte le persone

Come detto, regole di vita. Ad esempio l’invito Solo per oggi sta ad indicare la necessità di vivere il presente, il  qui e ora; questo perché “il passato è storia ed il futuro è mistero”. Anche questi principi fanno ben intendere che cos’é il Reiki.

Che cos’è il Reiki: i livelli

Il Reiki è composto da tre livelli ai quali segue un Master, secondo il metodo Usui. Anche questo fa comprendere meglio che cos’è il Reiki. In realtà questo numero è presente nel Reiki occidentale poiché quello originale comprende solo tre livelli; il terzo è stato suddiviso in Spirituale e Master.

Il primo livello è il più importante, la vera base. Il Maestro dona l’energia Reiki all’allievo che può iniziare così, oltre all’auto trattamento, ad effettuare dei trattamenti base  posizionando le mani sul corpo del paziente.

massaggio reiki

Il secondo livello approfondisce la conoscenza del Reiki integrando i primi insegnamenti; l’allievo impara a riconoscere, nominare ed utilizzare i simboli del Reiki,  catalizzatori di energia. Inoltre impara non solo a curare anche la mente, quindi disturbi quali depressione e ansia, ma riesce a farlo a distanza, cioè senza toccare il destinatario del trattamento.

Il terzo livello serve a potenziare ulteriormente la capacità di canalizzare energia, ci mette sempre più in contatto con la nostra parte più profonda, ed è utile a riconnettersi alla propria anima e ricostituirne energia ed integrità.

Infine il quarto ed ultimo livello offre la possibilità di fare scoprire  agli altri che cos’è il Reiki diventando insegnanti.

 

 

 

About Saraph

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

× Consulto su Whatsapp!